Trattamento dei peli superflui: epilazione o depilazione?

Se un tempo il trattamento dei peli superflui era appannaggio femminile, negli ultimi anni anche gli uomini hanno dichiarato guerra a questo problema antiestetico.
Gambe, ascelle, braccia, inguine… Numerose sono le zone da trattare, nel rispetto delle esigenze della nostra pelle, e vi è oggi l’imbarazzo della scelta: rasoio, creme, ceretta, laser o luce pulsata.
Sentiamo spesso parlare di epilazione e depilazione in maniera impropria: sebbene utilizzati spesso come sinonimi, i due termini fanno riferimento a due tecniche differenti di trattamento dei peli superflui.  

Per depilazione intendiamo la rimozione della parte visibile del pelo, ovvero l’eliminazione all’altezza della superficie cutanea; il follicolo non viene indebolito e non si interrompe il ciclo di crescita del pelo.
Per epilazione intendiamo invece la rimozione completa del pelo sin dal bulbo, con conseguente indebolimento del follicolo e interruzione del ciclo di crescita del pelo.

La depilazione può avvenire attraverso l’uso di rasoi, creme depilatorie o guanti depilatori.
PRO: sono metodi veloci, semplici da applicare, indolori.
CONTRO: la ricrescita dei peli superflui è molto veloce e la depilazione porta con sé il rischio di fastidiose irritazioni e la comparsa di brufoli e peli incarniti.

L’epilazione si avvale della ceretta, degli epilatori elettrici, della luce pulsata oppure del laser. Tutti questi strumenti strappano il pelo sin dal bulbo.
Quando si parla di ceretta, è bene ricordare che ne esistono due varianti: a caldo e a freddo.
La cera a caldo, generalmente preferita dai saloni specializzati, prevede il riscaldamento della cera per epilazione, l’applicazione sulla pelle – dove agisce aggrappandosi ai peli – e lo strappo attraverso una striscia (di carta oppure di stoffa). La cera a freddo si basa sulla stessa tecnica, ma è disponibile in commercio sotto forma di strisce pre-dosate. Basta sfregare le strisce tra le mani affinché raggiungano la temperatura corporea, applicarle sulla pelle e strappare i peli.
Gli epilatori elettrici, a corrente oppure ricaricabili, sono forniti di apposite piccole pinzette che asportano i peli.
Il trattamento a luce pulsata prevede la rimozione del pelo attraverso l’azione di una lampada raffreddata ad acqua e un filtro di cristallo che rilasciano ravvicinati flash di luce volti a colpire la radice del pelo, ricca di melanina.
L’epilazione attraverso il laser prevede invece che il follicolo pilifero sia distrutto grazie proprio al raggio laser, la cui lunghezza d’onda attacca esclusivamente il bulbo distruggendolo.
PRO: indebolimento progressivo del pelo, tempi di ricrescita più lunghi.
CONTRO: i trattamenti sono un po’ dolorosi e devono essere eseguiti con attenzione per evitare di strappare il pelo prima della radice. Nel caso in cui si scelga l’epilazione tramite laser o luce pulsata, tra una seduta e l’altra è consigliabile rimuovere i peli solo il rasoio.

La scelta tra depilazione ed epilazione dipenderà da molti fattori, dal tempo a disposizione al tipo di pelle sino alla presenza di inestetismi o disturbi dei capillari. Per questo motivo, è importante affidarsi a mani esperte, che sapranno consigliare il trattamento più adatto, nel pieno rispetto delle esigenze della nostra pelle.

L'e-shop di Narcisia non è ancora pronto. Il catalogo è in aggiornamento, pertanto nessun ordine sarà evaso. Il Team di Narcisia Fashion SPA Ignora